Ci rivolgiamo a lettori che vogliano imparare qualcosa di nuovo, che dunque vogliano pure pensare da sé (K. Marx). – Chi non spera quello che non sembra sperabile non potrà scoprirne la realtà, poiché lo avrà fatto diventare, con il suo non sperarlo, qualcosa che non può essere trovato e a cui non porta nessuna strada (Eraclito). – ... se uno ha veramente a cuore la sapienza, non la ricerchi in vani giri, come di chi volesse raccogliere le foglie cadute da una pianta e già disperse dal vento, sperando di rimetterle sul ramo. La sapienza è una pianta che rinasce solo dalla radice, una e molteplice. Chi vuol vederla frondeggiare alla luce discenda nel profondo, là dove opera il dio, segua il germoglio nel suo cammino verticale e avrà del retto desiderio il retto adempimento: dovunque egli sia non gli occorre altro viaggio (M. Guidacci).



Skype Meâ„¢!
Condividi



Petite Plaisance Editrice
Associazione Culturale
senza fini di lucro

Via di Valdibrana 311
51100 Pistoia
tel: 0573-480013

e-mail:
info@petiteplaisance.it

Ebook 1091

Michel Aglietta

Regolazione e crisi del capitalismo. Perché una teoria della regolazione del capitalismo?

Articolo pubblicato su Corrispondenza Internazionale, Periodico di documentazione storica, culturale e sociale – Anno VI – NN° 18/19 – Gennaio/Giugno 1981 –  Direttore responsabile: Carmine Fiorillo, pp. 48.

indice - autore

download

Indice

 

Regolazione ed equilibrio; esigenza di un concetto di riproduzione.

 

Significato di un’elaborazione teorica che incorpori l’analisi storica.

 

Presentazione dello schema generale del lavoro.

 

Delimitazione del campo dell’analisi nello spazio e nel tempo.

 

La produzione del capitale.

 

Creazione ed accumulazione del plusvalore.

 

Lavoro astratto ed equivalente generale.

 

Definizione del lavoro astratto.

 

Rapporto di scambio ed equivalente generale.

 

Vincolo monetario e definizione del reddito globale.

 

Massa e tasso del plusvalore.

 

Effetto del rapporto salariale sul campo del valore.

 

Rapporti di produzione e rapporti di riproduzione.

 

Significato del plusvalore relativo.

 

Trasformazione delle condizioni di esistenza dei lavoratori salariati.

 

La produzione capitalistica del modo di consumo.

 

Formazione ed evoluzione di una norma sociale di consumo.

 

Il modo di consumo caratteristico del fordismo.

 

La crisi del fordismo e le prospettive del neo-fordismo.

 

Fattori di differenziazione dei salariati.

 

La stratificazione dei salariati.

 

Il problema dei quadri.

 

Incidenza della socializzazione del consumo sul cambiamento delle forme del salario.

 

Ripercussioni della sacralizzazione del consumo msull’evoluzione a lungo termine del salario.

 

Irregimentazione della lotta economica di classe mediante la contrattazione colletiva.

 

Caratteri generali della procedura di contrattazione collettiva.

 

Ruolo della contrattazione collettiva nell’evoluzione del salario.

 

Conclusione sulla determinazione del salario nominale di riferimento ed evoluzione del salario nel lungo periodo negli Stati Uniti.

 

Evoluzione dei salari nominali e dei salari reali prima della Prima Guerra Mondiale.

 

Evoluzione dei salari nominali e dei salari reali dopo la Seconda Guerra Mondiale.

© Editrice Petite Plaisance - hosting and web editor www.promonet.it