Ci rivolgiamo a lettori che vogliano imparare qualcosa di nuovo, che dunque vogliano pure pensare da sé (K. Marx). – Chi non spera quello che non sembra sperabile non potrà scoprirne la realtà, poiché lo avrà fatto diventare, con il suo non sperarlo, qualcosa che non può essere trovato e a cui non porta nessuna strada (Eraclito). – ... se uno ha veramente a cuore la sapienza, non la ricerchi in vani giri, come di chi volesse raccogliere le foglie cadute da una pianta e già disperse dal vento, sperando di rimetterle sul ramo. La sapienza è una pianta che rinasce solo dalla radice, una e molteplice. Chi vuol vederla frondeggiare alla luce discenda nel profondo, là dove opera il dio, segua il germoglio nel suo cammino verticale e avrà del retto desiderio il retto adempimento: dovunque egli sia non gli occorre altro viaggio (M. Guidacci).



Skype Meâ„¢!
Condividi



Petite Plaisance Editrice
Associazione Culturale
senza fini di lucro

Via di Valdibrana 311
51100 Pistoia
tel: 0573-480013

e-mail:
info@petiteplaisance.it

Ebook 1152

Carmelo Vigna

Politica e speranza.

Articolo pubblicato su Koinè, Periodico culturale – Anno XVI  – Gennaio-Giugno 2009 –  Direttore responsabile: Carmine Fiorillo – Direttori: Luca Grecchi, Diego Fusaro, pp. 11.

indice - autore

download

Indice

 

Che cosa si può sperare in politica?

 

Che significa sperare in qualcosa o in qualcuno?

 

Ci vuole coraggio per sperare

 

Che cosa è il coraggio

 

Speranza non in senso teologale

 

Da che parte può venire il coraggio e quindi la capacità di sperare

 

Oggi non vi è più qualcosa come il “senso dell’Intero”

 

La pulsione inesausta a unificare il senso

 

Il luogo simbolico in cui la pulsione abita come regina è la filosofia

 

La contrazione della strategia della coscienza contemporanea

 

Perché rifiutiamo di unificare? O perché non riusciamo più a unificare?

 

Quando si unificava prendendo a compito la radicazione nei principi

 

Progettare una buona qualità della relazione tra gli uomini

 

Il tema della giustizia commutativa e della giustizia distributiva

 

La politica come speranza è la politica che prende a scopo la giustizia che si compie naturalmente nell’amicizia

 

Si può sperare senza politica?

 

Ma cosa si può sperare in politica?

 

Non basta essere a questo mondo. Bisogna star bene a questo mondo

 

Dalla politica si può e si deve sperare una buona regolazione delle relazioni di desiderio

 

Accedere al disporsi universale per l’altro

 

L’amicizia politica come fine non è una speranza “astratta”

 

Per la prima volta …

 

Un’aggiunta importante

 

L’amicizia politica può essere invocata come un dono

© Editrice Petite Plaisance - hosting and web editor www.promonet.it