Ci rivolgiamo a lettori che vogliano imparare qualcosa di nuovo, che dunque vogliano pure pensare da sé (K. Marx). – Chi non spera quello che non sembra sperabile non potrà scoprirne la realtà, poiché lo avrà fatto diventare, con il suo non sperarlo, qualcosa che non può essere trovato e a cui non porta nessuna strada (Eraclito). – ... se uno ha veramente a cuore la sapienza, non la ricerchi in vani giri, come di chi volesse raccogliere le foglie cadute da una pianta e già disperse dal vento, sperando di rimetterle sul ramo. La sapienza è una pianta che rinasce solo dalla radice, una e molteplice. Chi vuol vederla frondeggiare alla luce discenda nel profondo, là dove opera il dio, segua il germoglio nel suo cammino verticale e avrà del retto desiderio il retto adempimento: dovunque egli sia non gli occorre altro viaggio (M. Guidacci).



Skype Meâ„¢!
Condividi



Petite Plaisance Editrice
Associazione Culturale
senza fini di lucro

Via di Valdibrana 311
51100 Pistoia
tel: 0573-480013

e-mail:
info@petiteplaisance.it

C. I. 3023-25

Corrispondenza Internazionale

Le ragioni di un popolo.

Periodico di documentazione culturale e politica (Direttore: Carmine Fiorillo, anno IX, NN. 23-25,  primavera-estate 1984. Comitato di redazione: Carmine Fiorillo, Giancarlo Paciello).

indice

download

Sommario

 

Introduzione, di Giancarlo Paciello.

 

Maxime Rodinson, La Palestina.

 

Roger Faligot, Sulle tracce di Lawrence.

 

Documenti:

Lettera di T. E. Lawrence al “Times” (11 settembre 1919) circa gli impegni presi

dall’inghilterra con gli Arabi.

 

Corrispondenza Hussein-McMahon (14 luglio 1915 – 10 marzo 1916).

 

Gli accordi Sykes-Picot (9-15-18 maggio 1916).

 

Dichiarazione britannica ai Sette (Siriani) (16 giugno 1918).

 

Dichiarazione di Edmund Allenby a Feisal sull’avvenire

dei Paesi Arabi (17 ottobre 1918).

 

Dichiarazione anglo-francese ai popoli staccati

dall’Impero Ottomano (7 novembre 1918).

 

Relazione della Commissione Reale Peel per la Palestina.

Progetto di spartizione (7 luglio 1937)

 

 

 

Philippe Daumas, La Palestina e il Mandato Britannico (1920-1948).

 

Laurent Bloch, Il Sionismo: metamorfosi imperialistica dell’antisemitismo occidentale.

 

Jean-Paul Ghagnollaud, Palestina: laq posta in gioco demografica.

 

Fayez A. Sayegh, Gli accordi di Camp David e il problema palestinese.

 

Amr H. Ibrahim, L’effervescenza delle minoranze.

 

Jonathan Randal, The Israeli connection.

 

Oded Yinon, Strategia per Israele negli anni Ottanta.

 

Jean François Legrain, La Grande Israele in marcia.

 

Alain Gresh, Verso lo Stato palestinese.

 

Eric Rouleau, L’ammutinamento contro Y. Arafat.

 

 

Appendice Documentaria:

 

 

Compiti e metodi della Resistenza in Palestina e in Giordania

e i suoi rapporti con le forze progressiste arabe e i rivoluzionari

di tutto il mondo (Programma politico dello OLP, gennaio 1973).

 

Dopo l’offensiva araba dell’ottobre 1973 e i successi dell’OLP

alla Conferenza dei Non-allineati e al Vertice arabo di Algeri

(Dichiarazione e  programma politico dell’OLP adottati

dal Consiglio Nazionale Palestinese, Il Cairo, 1-8 giugno 1974).

 

“No” al negoziato e a uno Stato provvisorio.

Georges Habbash sviluppa le tesi del “Fronte del Rifiuto” (9174).

 

Un Palestinese parla agli Israeliani.

Intervista di Nayef Hawatmeh (marzo 1974).

 

La Resistenza deve utilizzare i rivolgimenti

provocati dalla battaglia di ottobre.

Dichiarazione di Nayef Hawatmeh (1974).

 

 

© Editrice Petite Plaisance - hosting and web editor www.promonet.it