Ci rivolgiamo a lettori che vogliano imparare qualcosa di nuovo, che dunque vogliano pure pensare da sé (K. Marx). – Chi non spera quello che non sembra sperabile non potrà scoprirne la realtà, poiché lo avrà fatto diventare, con il suo non sperarlo, qualcosa che non può essere trovato e a cui non porta nessuna strada (Eraclito). – ... se uno ha veramente a cuore la sapienza, non la ricerchi in vani giri, come di chi volesse raccogliere le foglie cadute da una pianta e già disperse dal vento, sperando di rimetterle sul ramo. La sapienza è una pianta che rinasce solo dalla radice, una e molteplice. Chi vuol vederla frondeggiare alla luce discenda nel profondo, là dove opera il dio, segua il germoglio nel suo cammino verticale e avrà del retto desiderio il retto adempimento: dovunque egli sia non gli occorre altro viaggio (M. Guidacci).



Skype Meâ„¢!
Condividi



Petite Plaisance Editrice
Associazione Culturale
senza fini di lucro

Via di Valdibrana 311
51100 Pistoia
tel: 0573-480013

e-mail:
info@petiteplaisance.it

Cat.n. 221

Maria Letizia Compatangelo

La cena di Vermeer.

ISBN 978-88-7588-149-8, 2014, pp. 96, formato 130x200 mm., Euro 7, Collana  di teatro Antigone [10]. .

In copertina: Han van Meegeren al lavoro nel suo studio..

indice - presentazione - autore - sintesi

7.00

Maria Letizia Compatangelo

autrice teatrale, saggista, ha scritto e pubblicato numerose commedie rappresentate in Italia e all’estero. Laureata in Storia del Teatro, vincitrice di prestigiosi premi teatrali e due volte del Premio IDI con le commedie Trasformazioni e Il veliero e il pesce rosso, collabora con la Rai come consulente e autrice e con l’Università di Roma «La Sapienza», come docente di drammaturgia e scrittura scenica. È Presidente del Centro Nazionale di Drammaturgia Italiana Contemporanea. Ha pubblicato i volumi Il cinema italiano 1989-90, edito da FilmFestItalia;  La maschera e il video. Tutto il teatro di prosa in televisione dal 1954 al 1998, Rai Eri 1999; O Capitano, mio Capitano! Eduardo maestro di drammaturgia, Bulzoni, Biblioteca Teatrale, 2002; il secondo volume de La maschera e il video, dal 1999 al 2004, Rai Eri 2005. Le sue opere teatrali sono pubblicate ne Il Teatro dell’Inganno, edito dalla BE@A Entertainment & Art, Collana «I Meridiani del Teatro» e da Bulzoni, Collana «Teatro Italiano Contemporaneo» della SIAD.

***

Autrice, giornalista, laureata in Lettere, Storia del Teatro, ha scritto numerose commedie rappresentate in Italia e all’estero, pubblicate in volume e su riviste specializzate. Ha vinto vari premi teatrali nazionali (Under ’35, Articoli Corrado, Inner Wheel, Antonelli, Vallecorsi) e per due volte il Premio I.D.I. (Istituto del Dramma Italiano), con le commedie Trasformazioni e Il Veliero e il Pesce Rosso.

Autrice e consulente scientifica di programmi culturali per la televisione, ha collaborato con Raiuno e Raidue. Per Rai Educational ha realizzato programmi sul teatro, tra i quali “Temposcena” e “SIPARIO – Momenti e figure della storia del teatro”, una storia del teatro attraverso più di 300 spettacoli televisivi di prosa.

Ha scritto il volume edito da Rai Eri La maschera e il video. - Tutto il teatro di prosa in televisione, dal 1954 al 1998 e O Capitano, mio Capitano! Eduardo maestro di drammaturgia, edito da Bulzoni & Università degli Studi di Roma «La Sapienza», nella collana Biblioteca Teatrale.

Saggi su Eduardo De Filippo e la televisione, sulle figure femminili del teatro eduardiano e su Eduardo maestro di drammaturgia sono contenuti nel volume Il cattivo Eduardo, Marsilio 1998, e Sabato, domenica e lunedì. Eduardo De Filippo, teatro, vita, copione e palcoscenico, Bulzoni, 2005. Sulla Scuola di Drammaturgia di Eduardo De Filippo ha tenuto conferenze e relazioni all’Aula Magna e al Teatro Ateneo dell’Università «La Sapienza» di Roma e in scuole teatrali di Firenze e Bologna.

Ha realizzato inoltre il volume Il Cinema Italiano 1989-1990, edito da FilmFestItalia, Percorsi del Cinema Europeo.

Nel 2005, sempre con Rai Eri, ha pubblicato il secondo volume de La maschera e il video. - Tutto il teatro di prosa in televisione, dal 1999 al 2004.

Una serie di suoi radiodrammi è stata trasmessa da Rai International, ed altri da Rai Stero Due e dalla Radio Svizzera Italiana.

Docente di drammaturgia all’Università «La Sapienza» di Roma, Centro Teatro Ateneo, nell’ambito dei laboratori del Corso di laurea in Arti e Scienze dello Spettacolo (2004-2005).

Come regista cura l’adattamento e mette in scena La ballata del vecchio marinaio, di Samuel T. Coleridge, tradotto da Mario Luzi, con musiche di Enzo De Rosa.

Socia SIAE, è componente del Comitato Tecnico SIAE per le opere teatrali.

 

Tra le sue opere teatrali:

Strano esperimento, vincitrice nel 1986 del Concorso “Rassegna Autori Italiani Under ‘35”, rappresentata nell’ambito della Rassegna.

Immagini, 1987, 1° Premio Nazionale Anticoli Corrado, finalista al Premio Riccione Ater, segnalata al PREMIO IDI e pubblicata nella Collana Autori Nuovi della SIAD. Nel 1991 e 1992 Immagini è nel repertorio del Teatro “Alexandr Kolzov” di Voronezh, in Russia. Nel febbraio 1993 partecipa al Festival del Teatro Italiano a Togliattigrad.

Trasformazioni, PREMIO IDI 1988, definito dalla critica italiana un “profetico apologo” di tangentopoli, è stata messa in scena dal Teatro Stabile d’Abruzzo nella stagione 1991-'92. Pubblicata sulla rivista teatrale «Ridotto».

Un giorno di libertà (“A day off”), è stato rappresentato a New York, nella Rassegna “Love Creek Short Play Festival” e a Roma, nella Rassegna “Invito alla Lettura” di Castel Sant’Angelo. Trasmesso su RAI Stereo Due nel 1991.

Il veliero e il pesce rosso, PREMIO IDI 1992; presentata al Festival dei Due Mondi di Spoleto nella Rassegna “Commedie nuove, signori!”. In cartellone al Teatro Ateneo nell’aprile 1993, nella stagione del Teatro Stabile di Roma. Pubblicata sulla rivista teatrale «Ridotto».

In una notte come questa, rappresentata nel 1994 al Teatro Stabile di Parma, con la regia di Gigi Dall’Aglio.

Un bicchiere di tramonto, Premio Luigi Antonelli 1996.

Solo per amore, Premio Vallecorsi 1997, menzione speciale Premio Studio 12 1996.

Lady M, rockopera, musiche di Giorgio Mazza, co-autore Alberto Menenti, rappresentata al teatro Greco di Roma nel 1997, in concerto all’Alpheus di Roma nel 1998 e nell’Estate Romana 2002 a Villa Ada.

Ultima prima, messa in scena dalla Cooperativa “Quarta Espressione”, regia di Daniela

Ardini.

La cintura di Ippolita, monologo Premio di Scrittura Teatrale Inner Wheel 2000. Rappresentata nella rassegna "Fontanonestate" nel luglio 2000, e nella rassegna sul mito “Elena e le altre” al Teatro Abaco di Roma .

Aquila sapiens sapiens, partecipa nell’ottobre 2001 alla rassegna sul mito “Lo specchio di Narciso” e vince il premio Inner Wheel 2002. Debutta nel marzo 2006 a Trieste, prodotto dal Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, con la regia di Manuel Giliberti, protagonista Osvaldo Ruggeri.

Una ragazza come io – dedicato ad Anita Loos, con Miranda Martino, regia di Maddalena Fallucchi, Giardini della Filarmonica di Roma, rassegna “I Solisti del Teatro” 2002.

A mani nude, 2006, mise en espace con Osvaldo Ruggeri e Daniela Giovanetti, a cura di Antonio Calenda, che nel 2007 realizza il CD della commedia.

I figli del silenzio, finalista al Premio Nazionale Enrico Maria Salerno 2008.

To be or not to be, 2008, dal soggetto originale di Melchior Lengyel, con la regia di Antonio Calenda, protagonisti Giuseppe Pambieri e Daniela Mazzuccato, canzoni di Nicola Piovani, produzione del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia.

La cena di Vermeer, 20014 Primo premio ex-aequo Vallecorsi.

Il volume delle sue opere complete, Teatro dell’Inganno, è stato pubblicato nel 2008 dalla casa editrice Bernard Entertainment@Art.

© Editrice Petite Plaisance - hosting and web editor www.promonet.it