Ci rivolgiamo a lettori che vogliano imparare qualcosa di nuovo, che dunque vogliano pure pensare da sé (K. Marx). – Chi non spera quello che non sembra sperabile non potrà scoprirne la realtà, poiché lo avrà fatto diventare, con il suo non sperarlo, qualcosa che non può essere trovato e a cui non porta nessuna strada (Eraclito). – ... se uno ha veramente a cuore la sapienza, non la ricerchi in vani giri, come di chi volesse raccogliere le foglie cadute da una pianta e già disperse dal vento, sperando di rimetterle sul ramo. La sapienza è una pianta che rinasce solo dalla radice, una e molteplice. Chi vuol vederla frondeggiare alla luce discenda nel profondo, là dove opera il dio, segua il germoglio nel suo cammino verticale e avrà del retto desiderio il retto adempimento: dovunque egli sia non gli occorre altro viaggio (M. Guidacci).



Skype Meâ„¢!
Condividi



Petite Plaisance Editrice
Associazione Culturale
senza fini di lucro

Via di Valdibrana 311
51100 Pistoia
tel: 0573-480013

e-mail:
info@petiteplaisance.it

Cat.n. 261

J. Rainer Hanshe

L’Abdicazione. Traduzione e cura di Alessandra Puggelli

ISBN 978-88-7588-204-4, 2016, pp. 240, formato 130x200 mm., Euro 17.

In copertina: Giandomenico Tiepolo, L’altalena dei Pulcinella, 1791-93. Museo del Settecento Veneziano, Ca’ Rezzonico, Venezia.

indice - presentazione - autore - sintesi

17,00

Primavera 2032: un misterioso capobanda chiamato Triboulet arriva in elicottero a Roma, dove lo attende una compagnia carnevalesca con una legione di animali e bambini scalmanati. Grazie al caos gioioso scatenato dalle loro pazzie rituali, l’arrivo della compagnia si rivela un sollievo: il mondo è angosciato da carestie, pandemie e conflitti religiosi, che Triboulet cerca di neutralizzare con giochi e risate liberatorie. Nella Città Eterna la compagnia costruisce strani edifici; intanto, in tutto il mondo, alcuni luoghi sacri patiscono atti vandalici terribili ma affascinanti, e numerose voci affermano che Cristo è davvero ritornato. Questi vandalismi sono rivendicati da sètte islamiche radicali; tuttavia, i colpevoli non vengono identificati: sono stati i jihadisti, gli ecoterroristi, o intellettuali anarchici e atei? Autorità religiose e politiche sospettano la compagnia e il capobanda, la cui vera identità resta un enigma. È in gioco il futuro dell’umanità, e mentre a Natale si trovano in Israele, Triboulet e la sua chiassosa compagnia di burloni sono testimoni del passaggio cruciale del mondo verso una nuova realtà.

Camus notava che la “metafisica del peggio” si esprime nella letteratura della dannazione, e sosteneva che la via di uscita non era stata ancora trovata. Con il suo secondo romanzo, Hanshe dimostra di averlo fatto, e offre davvero qualcosa che non solo è promettente, ma anche sorprendente: un cammino verso una nuova realtà, verso una “fisica del meglio”. L’Abdicazione è una vera epopea ero(t)icomica.

“Un racconto visionario dalle idee pericolose” –  Stuart Kendall

 

© Editrice Petite Plaisance - hosting and web editor www.promonet.it