Ci rivolgiamo a lettori che vogliano imparare qualcosa di nuovo, che dunque vogliano pure pensare da sé (K. Marx). – Chi non spera quello che non sembra sperabile non potrà scoprirne la realtà, poiché lo avrà fatto diventare, con il suo non sperarlo, qualcosa che non può essere trovato e a cui non porta nessuna strada (Eraclito). – ... se uno ha veramente a cuore la sapienza, non la ricerchi in vani giri, come di chi volesse raccogliere le foglie cadute da una pianta e già disperse dal vento, sperando di rimetterle sul ramo. La sapienza è una pianta che rinasce solo dalla radice, una e molteplice. Chi vuol vederla frondeggiare alla luce discenda nel profondo, là dove opera il dio, segua il germoglio nel suo cammino verticale e avrà del retto desiderio il retto adempimento: dovunque egli sia non gli occorre altro viaggio (M. Guidacci).



Skype Meâ„¢!
Condividi



Petite Plaisance Editrice
Associazione Culturale
senza fini di lucro

Via di Valdibrana 311
51100 Pistoia
tel: 0573-480013

e-mail:
info@petiteplaisance.it

Cat.n. 342

Marino Gentile

Il problema della filosofia moderna +

ISBN 978-88-7588-260-0, 2020, pp. 144, formato 140x210 mm., Euro 15 – Collana “Il giogo” [114].

In copertina: Maurits Cornelis Escher, Mano con sfera riflettente (Autoritratto nello specchio sferico), 1935.

indice - presentazione - autore - sintesi

15,00

Indice

Prefazione di Marino Gentile

Regno dell’uomo, matematismo e meccanicismo (Galilei, Bacone e Cartesio)

Il disegno umanistico del «regnum hominis»

La caratteristica della concezione moderna

del «regnum hominis»

Il matematismo del G. Galilei

Regno dell’uomo e meccanicismo

nel pensiero di F. Bacone

L’atteggiamento di Bacone verso la matematica

R. Descartes come fondatore della filosofia moderna

Regno dell’uomo e meccanicismo nel pensiero cartesiano

La funzione del matematismo nel sistema cartesiano

La matematica e il dubbio universale

I due centri di certezza nel sistema cartesiano

Matematismo e meccanicismo

Le aporie del cartesianesimo

Le difficoltà del matematismo. Il problema della «res extensa» (Cartesio e Spinoza)

Le condizioni per un cartesianesimo integrale

Sua incompatibilità con il concetto di anima-forma

Risoluzione del cartesianesimo nello spinozismo

Spinoza e Cartesio

Le caratteristiche del razionalismo spinoziano

Il matematismo nel pensiero spinoziano

Matematismo e meccanicismo

Occasionalismo e pascalismo Esteriorità e interiorità nella conoscenza (Locke e Leibniz)

Gli elementi della «modernità»

nel pensiero del Locke:

«regnum hominis» e meccanicismo

Come nel pensiero del Locke

vi sia presente anche il matematismo

Il rapporto del Locke con la distinzione

fra qualità primarie e qualità secondarie

Conseguente critica del concetto di sostanza

da parte del Locke

Inadeguatezza del nominalismo tradizionale

alla critica del Locke

Il matematismo come limite dommatico

della ricerca lockiana

Il dualismo d’interiorità ed esteriorità

Leibniz e la sua ripresa al matematismo antico

Matematismo antico e matematismo moderno

La polemica vichiana

e la prevalenza del matematismo

nella cultura illuministica

Il superamento kantiano del matematismo e i suoi limiti

La filosofia kantiana come ricerca assoluta

Condizioni della ricerca e funzione esercitata in essa dalla matematica e dalla meccanica

Raporto della dottrina dell’Io trascendentale con la funzione esercitata nella ricerca dalla matematica e dalla meccanica

Dall’estetica e dall’analitica alla dialettica

Il matematismo e le aporie della dialettica

Il matematismo come limite della ricerca kantiana

Indice dei nomi

© Editrice Petite Plaisance - hosting and web editor www.promonet.it