Ci rivolgiamo a lettori che vogliano imparare qualcosa di nuovo, che dunque vogliano pure pensare da sé (K. Marx). – Chi non spera quello che non sembra sperabile non potrà scoprirne la realtà, poiché lo avrà fatto diventare, con il suo non sperarlo, qualcosa che non può essere trovato e a cui non porta nessuna strada (Eraclito). – ... se uno ha veramente a cuore la sapienza, non la ricerchi in vani giri, come di chi volesse raccogliere le foglie cadute da una pianta e già disperse dal vento, sperando di rimetterle sul ramo. La sapienza è una pianta che rinasce solo dalla radice, una e molteplice. Chi vuol vederla frondeggiare alla luce discenda nel profondo, là dove opera il dio, segua il germoglio nel suo cammino verticale e avrà del retto desiderio il retto adempimento: dovunque egli sia non gli occorre altro viaggio (M. Guidacci).



Skype Meâ„¢!
Condividi



Petite Plaisance Editrice
Associazione Culturale
senza fini di lucro

Via di Valdibrana 311
51100 Pistoia
tel: 0573-480013

e-mail:
info@petiteplaisance.it

Cat.n. 369

Giulia Angelini, Alberto Giovanni Biuso, Salvatore A. Bravo, Michele Di Febo, Alessandro Dignös, Lorenzo Dorato, Arianna Fermani, Alessandra Filannino Indelicato, Marco Guastavigna, Claudio Lucchini, Fernanda Mazzoli, Giancarlo Paciello, Franco Toscani

Tempi covid moderni. A cura di Alessandro Dignös.

ISBN 978–88–7588-273-0, 2020, pp. 256, formato 170x240 mm, Euro 25 – Collana “Il giogo” [127].

In copertina: René Magritte, Golgonde, olio su tela, 1953, The Menil Collection, Houston.

indice - presentazione - autore - sintesi

25,00

L’esperienza della pandemia ha modificato, per quanto su vie in parte già tracciate, sia le modalità di insegnamento, sia le modalità di lavoro, sia le modalità di consumo. Questo numero di Koinè vuole offrire una riflessione critica a più voci, e ad ampio raggio. Questi i contributi: Alessandro Dignös, Introduzione/Fernanda Mazzoli, La scuola ai tempi del Covid: prove generali di colonizzazione digitale/Arianna Fermani, «Attraversare su una zattera il mare rischioso dell'esistenza». Esperienze di didattica universitaria, tra luoghi non-luoghi, alla ricerca di una “virtuosità del virtuale”/Claudio Lucchini, La didattica della merce e le esigenze della libera individualità/Michele Di Febo, Università e lezioni a distanza: minaccia o opportunità? Considerazioni su un caso di Dad nell’insegnamento della storia della filosofia antica/Alberto Giovanni Biuso, Epidemie barbariche/Salvatore Bravo, Didatticismo e Covid-19. La pandemia ha soltanto accelerato un processo già in atto da anni/Alessandra Filannino Indelicato, Ermeneutica della distanza. Contributi di filosofia del tragico sull’ospitalità inquietante/Giulia Angelini, L’isola di Filottete/Franco Toscani, Un pianeta malato. Umanità e socialità nel tempo della pandemia/Marco Guastavigna, A distanza, ma dal pensiero e dalle pratiche mainstream/Lorenzo Dorato, Le lezioni economiche della pandemia/Fernanda MazzoliGiancarlo Paciello, La trappola della rete: una lettura dell’indagine di Renato Curcio sulla realtà virtuale, o meglio, sulla specificità del capitalismo attuale

© Editrice Petite Plaisance - hosting and web editor www.promonet.it